E7M_5929

Lo sentiamo dire spesso (anche se forse non abbastanza) ma forse non ci siamo mai soffermati a sufficienza nel cercare di comprendere a cosa ci si riferisce quando si dice che è importante “adottare responsabilmente”.

Iniziamo con il dire che ogni anno vengono abbandonati circa…. gatti. E non solo in estate. Non sono sufficenti dunque le semplici adozioni: occorre adottare in maniera responsabile.

Ma che significa?

Molti pensano che la buona adozione sia semplicemente qualcuno che si accolla il gatto, che viene a prenderlo al gattile e se lo porta a casa.

Si certo, non è poco. Ma l’adozione responsabile è un’altra cosa.

E’ rendersi conto che sei responsabile della vita di un altro essere vivente. Che da quel momento in poi la sua felicità, il suo benessere, sono quasi esclusivamente nelle tue mani. Tu sei in grado di fare la differenza, tra concedergli una vita dignitosa e donargli una vita felice.

 

Come fare?

Avere rispetto innanzi tutto, nei confronti della creatura che abbiamo davanti. Rispetto della sua peculiare individualità (ogni gatto è diverso dall’altro!) e dei suoi bisogni specie-specifici. E’ importante dunque amarlo si, ma anche informarsi sulle sue necessità più profonde.

L’informazione in questo caso è fondamentale, così come la volontà di voler imparare da loro: osservarli, ascoltare e accogliere quello che hanno da dire. Non con le parole ovviamente. Ma con il cuore.

Buona adozione <3

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.