pexels-иван-пильгуев-10254185
Ricevo molto spesso la domanda, soprattutto dai neoadottanti ma non solo, se sia da preferire per i nostri gatti una lettiera chiusa o una coperta.
Io ritengo che la lettiera aperta sia la scelta migliore.

E adesso vi spiego perchè.⠀

■ Quando siamo in dubbio su qualcosa dovremmo sempre domandarci cosa farebbe il gatto in natura. E il gatto in natura scava semplicemente una terra smossa, non cerca anfratti dove nascondersi per eliminare.⠀

■ Il rischio delle lettiere chiuse è che facciano effetto ‘wc pubblico’. Se non perfettamente pulite trattengono e amplificano al loro interno gli odori sgradevoli. Ottimo per noi, ma pessimo per il gatto.⠀

■ La lettiera chiusa può impedire i movimenti e l’espletamento della corretta “coreografia” del gatto durante l’eliminazione, impedendone i movimenti.⠀

■ Il concetto di privacy, tirato in ballo da molti comportamentalisti, è a mio avviso spesso frainteso. Il gatto ricerca tranquillità durante l’eliminazione, questo si, ma non riservatezza come la intendiamo noi. Di essere visto al gatto non interessa. L’importante è che non sia disturbato.⠀

■ Nelle case multigatto la lettiera coperta può essere occasione di agguati e comportamenti di mobbing. Durante le consulenze, in presenza di problematiche tra gatti, io le faccio sempre togliere.⠀

Insomma la lettiera aperta a mio avviso è da preferire alle lettiere chiuse.⠀

Spero di esservi stata utile (per altri consigli sul comportamento e sulla psicologia felina mi potete seguire qui)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.