pexels-pixabay-290263

 

Ci sono due caratteristiche etologiche che forse più di ogni altre definiscono l’essenza del gatto e sono la territorialità e la stanzialità.

Forse lo avrete sentito dire e letto in alcuni articoli scientifici: il gatto è un animale fortemente TERRITORIALE . Ma cosa significa questo praticamente? e soprattutto che ripercussioni ha nel nostro vivere con lui?

Il fatto che il gatto sia un animale  territoriale significa che per natura è portato a delimitare e difendere quello che considera il suo territorio, ovvero il luogo dove vive e dove si muove quotidianamente.

E attenzione gattari, questo avviene per TUTTI i gatti, anche quelli cosiddetti urbani o indoor, ovvero che vivono semplicemente in appartamento. Direte voi: ma in un appartamento cosa diavolo ci sarà mai da difendere? Il gatto però non ragiona così.

La difesa del territorio è un’attività di primaria importanza per il gatto che lui svolge quotidianamente e ovunque si trovi attraverso tre modalità principali: le marcature, i vocalizzi e gli appostamenti strategici.

Ecco perchè i tiragraffi sono così importanti nel luogo in cui vive un gatto: sono luoghi fondamentali per lasciare le loro marcature e, se sono a più piani, permettono anche la sosta in altezza, così preziosa per perlustrare il proprio territorio dall’alto.

I gatti sono animali molto ostili nei confronti di potenziali intrusi nel loro territorio: ecco perchè gli inserimenti di gatti in case in cui già vivono altri gatti non sono mai particolarmente facili e hanno bisogno di particolari accortezze e di rispettare step ben definiti.

Inoltre, come vi dicevo all’inizio il gatto è un animale STANZIALE e questo significa che, se lasciato libero di esplorare, i felini tornano sempre in quella che loro considerano la loro “tana” ovvero la nostra  casa. In psicologia diremmo che la casa è per i gatti una vera e propria BASE SICURA.

Da qui molto probabilmente nasce il fraintendimento e il pregiudizio sociale per il quale il gatto si affeziona alla casa e non al padrone. In realtà, come abbiamo visto, il rapporto che il gatto ha con il suo territorio è effettivamente molto viscerale e complesso: tuttavia ciò non toglie che i gatti siano animali dalla mente relazionale capaci di stringere relazioni affettive anche molto intense con i loro amici umani.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.