cat-2429944_1280

“Ciao sono Elena e parlo con i miei gatti”.

E se pensate che sia tutta matta forse questo non è il post che fa per voi. O forse si. Perchè magari potreste capire che parlare con i gatti non è pazzia (lo avevo già scritto qui). Anzi. Ci sono molti motivi per cui parlare con il proprio gatto è importante. Vediamoli insieme.

Parlare con i gatti è possibile

Ebbene si, parlare con i nostri gatti è possibile, anche se non miagoliamo la stessa lingua. Basta sapere come fare e concentrarsi sulle cose giuste. Infatti il 93% della comunicazione non avviene attraverso le parole, bensì attraverso il tono della voce, la postura e il linguaggio del corpo. I gatti quindi non comprenderanno la costruzione della frase ma saranno in grado di capire la maggior parte delle cose che gli vogliamo comunicare. Da tutti i nostri elementi paraverbali ad esempio percepiranno le nostre emozioni e il nostro stato d’animo.

gatto

Ma i gatti ci rispondono?

Contrariamente a quanto si pensi Il miagolio non è un comportamento molto naturale per i gatti: in natura infatti essi prediligono altre forme di comunicazione, come quella olfattiva e quella legata al linguaggio del corpo. Il miagolio quindi è una forma di comunicazione che i gatti riservano quasi esclusivamente a noi umani. Inoltre i gatti sono in grado di sviluppare miagolii specifici per comunicare cose diverse: ad esempio se il nostro gatto utilizzerà uno specifico miagolio per chiederci di aprire la porta e noi lo facciamo lui imparerà ad associare quel miagolio alla richiesta di apertura della porta. La percezione soggettiva del gatto sarà quella di essere compreso e la sua fiducia nei vostri confronti aumenterà.

Tra l’altro è stato dimostrato che i proprietari chiacchieroni (ovvero inclini a parlare con i loro gatti) hanno gatti a loro volta chiacchieroni. E questo non è certo un caso. Vuol dire che il miagolare, nei gatti, è una funzione che può essere stimolata ed allenata. Quindi se all’inizio il vostro gatto non vi risponde non disperate: persistete!

gatto

Perchè parlare con i nostri gatti è importante

Riuscire ad aprire questo ulteriore canale di comunicazione con i nostri gatti è importantissimo.

Rivolgersi al gatto attraverso discorsi e parole è un modo per coinvolgerlo nella nostra routine quotidiano e costruire una relazione con lui.

Inoltre avrete la possibilità di chiedere alcune cose al vostro micio insegnandoli dei comandi basilari come ad esempio “scendi” o “vieni” (detto in tono perentorio ma non minaccioso).

Conoscere i miagolii del nostro gatto potrebbe risultare importante anche per comprendere il suo stato di salute: un gatto malato o un gatto che prova dolore modifica la sua vocalità, anche solo leggermente. Ma se avremo l’orecchio allenato saremo in grado di riconoscerlo e collegare questo fatto ad altri sintomi e magari ad allertare il veterinario per tempo.

Infine molte ricerche hanno dimostrato che parlare con i gatti aiuta a non sentirsi soli.

A questo punto gattari ditemi: siete ancora convinti che parlare con i gatti sia pazzia? 🙂

Un commento a: E’ possibile parlare con i gatti? certo che si!

  1. Morgana

    Parlo sempre con i miei due bimbi, ma anche tutti i mici che incontro per vari motivi e la maggior parte delle volte “rispondono” a gesti, comportamenti e a volte anche miagolii. La mia micia per esempio quando vuole le coccole dice “mamma” con vocina acuta, quando la richiamo perché sta facendo qualcosa che non va fa un miagolio acido e ripetuto, il suo fratellino invece quando vuole bere fa un miagolio lungo e gutturale e quando vuole le coccole fa una specie di trillo più acuto. E questi sono solo alcuni dei loro modi di parlarmi 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.