animal-2533_1280

 

L’8 marzo è la Festa della Donna e per tradizione le si regala la mimosa, fiore che ormai è diventato un simbolo di questo giorno. E se anche non abbiamo nessuno che ce le regala è piacevole colorare la nostra casa con qualche ramoscello giallo e profumato.[photo credits: Chaulafanita by Flickr]

mimosa

Ma se avete un gatto fate attenzione! La mimosa NON è tra i fiori considerati velenosi per i gatti ma è sicuramente nociva. Questo vuol dire che se ingerita non è mortale ma provoca disturbi e fa male al gatto. Quindi per precauzione è bene posizionare la mimosa in un posto non accessibile al micio, dove non possa smangiucchiarla (nè il fiore nè le foglie).

E visto che siamo in argomento e che la primavera è alle porte facciamo un ripassino. Ecco l’elenco delle altre piante a cui stare attenti se si ha un micio in casa (o anche se avete un giardino) in quanto considerate velenose:

-dieffenbachia, orecchio d’elefante, flamingo, arisaema, caladium, rampicante, filodendro, giglio calla, stella di Natale, croton.

-albero della gomma, ficus allamanda, narciso, giunchiglia, clivia, giglio ragno, amaryllis.

-sparmannia, tiglio d’appartamento, crisantemo.

-tulipano,  pianta del ragno verde, giacinto, sansevieria.

aucuba (detta Aoki, polvere d’oro), mimosa del Giappone, allamanda, vischio, agrifoglio.

ciclamino – rododendro – azalea – erba morella, philodendron.

-amarillidacee, villucchio, philodendron, erba morella.

 

ps: questo elenco non ha la pretesa di essere esaustivo. Quando acquistate o vi regalano una nuova pianta informatevi sempre se può essere velenosa se ingerita anche incidentalmente dal vostro gatto.

ps2: gattare, mimose o non mimose, auguri!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *