pexels-yuliya-kota-3791591

 

Che sia una vacanza o un viaggio di lavoro tutte le volte che dobbiamo assentarci il problema si ripropone. A chi lasciare il nostro gatto? Quali caratteristiche deve avere il Cat Sitter ideale a cui affidare il nostro amore? cominciamo a vederle insieme!

  • Innanzi tutto sarebbe opportuno fosse una persona che il vostro gatto ha già avuto modo “di conoscere” (anche solo olfattivamente o uditivamente). Invitatela dunque a casa prima della partenza e fate in modo che il vostro gatto (anche se nascosto o non presente) ne senta l’odore e la voce.
  • Il Cat Sitter ideale deve essere una persona che ha dimestichezza con i gatti e che ne conosca perlomeno le caratteristiche più importanti: ad esempio deve essere una persona che non insiste nello stanarli e nel cercare una interazione con loro. Sarà il gatto a decidere se e quando farsi vedere e relazionarsi con lei o lui.
  • Un altro aspetto molto importante è che la persona che accudirà il vostro gatto abbia ben presente TUTTI i suoi bisogni etologici importanti per il suo benessere: non sarà sufficiente dunque riempire meccanicamente la ciotola e pulire la lettiera. L’impegno che si chiede ad un buon Cat Sitter dovrà essere quello di intrattenere il gatto perlomeno un’oretta al giorno, facendolo giocare, spingendolo in semplici attività di esplorazione e in sessioni di coccole (se gradite dal gatto ovviamente). Tutto questo servirà a spezzare la noia e la routine dei giorni passati in solitudine e sarà fondamentale per il benessere psicofisico del vostro micio.
  • Infine vi consiglio di verificare che la persona da voi scelta sia automunita: potrebbe sembrare una banalità ma in caso di necessità sarà capace di recarsi in maniera autonoma e veloce dal veterinario. Una comodità decisamente non da poco!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.