cute-3252251_1280 (1)

Il titolo non è a caso: non ho scritto “traslocare” con i gatti bensì cambiare casa con i gatti. Se infatti le occasioni di traslocare non sono molte nella vita di una persona può capitare ben più spesso di dover cambiare casa anche temporaneamente con dei gatti al seguito e  i suggerimenti che desidero darvi in questo post valgono sia per i traslochi definitivi che per i cambiamenti di casa temporanei (esempio le vacanze).

La mia esperienza

Come sapete se mi seguite su Facebook o su Instagram io Ettore e la Sissi siamo recentemente sopravvissuti a due traslochi in un mese. Ebbene si, venduto il nostro appartamento siamo dovuti andare in affitto  prima che la nostra casa fosse pronta. Questa è la classica situazione potenzialmente molto stressante per qualsiasi gatto. Adesso vi racconto come sono riuscita ad affrontarla nel migliore dei modi.

I consigli che non vi hanno mai dato

  • Gli odori

Come prima cosa io vi consiglio di utilizzare dei diffusori di feromoni per gatti (come ad esempio il Feliway) e di applicarli alle prese della vostra nuova casa almeno un giorno prima di portarci i vostri gatti (o comunque subito all’entrata). Non vi aspettate miracoli e non fatevi spaventare pensando che siano delle specie di droghe per gatti. Niente di tutto ciò. Sono semplicemente delle sostanze naturali che aiutano a predisporre nel gatto un umore più tranquillo e rilassato.

  • Le marcature

Cercate di far trovare al vostro micio nella nuova dimora oggetti d’arredo portati direttamente dalla casa “vecchia”.

In questo periodo ho infatti potuto osservare una cosa molto curiosa. Paradossalmente è più facile far ambientare i gatti durante un trasloco piuttosto che in una casa in cui devono trascorrere solo le vacanze: questo perchè durante il trasloco il gatto ritroverà nel nuovo ambiente i vecchi mobili con le sue marcature e i suoi odori. Questo lo aiuterà moltissimo a sentirsi meno spaventato. In una casa nuova invece ammobiliata con cose estranee sarà un po’ più complicato perchè il vostro micio non ritroverà nessun punto di riferimento nel suo nuovo territorio.

Assicuratevi dunque  che i gatti possano ritrovare nelle nuova casa le loro cucce, i loro tiragraffi e se possibile anche altri oggetti d’arredo come ad esempio la loro sedia preferita, i loro cuscini etc

  • Casa nuova, abitudini vecchie

Sempre osservando con attenzione il comportamento dei miei gatti durante questi traslochi ho notato come essi abbiano tentato, in entrambe le case in cui siamo andati, di ricreare le loro vecchie abitudine anche nel nuovo ambiente.

La Sissi ad esempio che nel mio vecchio appartamento era abituata a mangiare in un ripiano in alto mal si adattava a mangiare con la ciotola appoggiata sul pavimento: tutte le volte che le preparavo da mangiare me la ritrovavo magicamente su una sedia o sopra la tavola facendomi capire che avrebbe preferito che la pappa gliela servissi lì.

E’ molto importante notare e assecondare questi comportamenti nei vostri mici perchè contribuirà a renderli più sereni.

gatto

  • I ripari

E’ fondamentale fin da subito prevedere la necessità del gatto di rifugiarsi in delle tane o in dei rifugi domestici. I gatti infatti elaborano lo stress attraverso il meccanismo della fuga e dell’evitamento. Se spaventati o stressati hanno bisogno di scappare e di rifugiarsi in un posto riparato e tranquillo: questo comportamento è fondamentale perchè permette al micio di autocalmarsi e di prendersi il tempo necessario per poi esplorare il nuovo ambiente.

Predisponete dunque fin da subito delle cucce comode sotto il letto o sopra un mobile (i posti riparati in alto sono molto utili perchè permettono al gatto di cominciare a prendere confidenza e osservare il nuovo ambiente in una situazione protetta).

Lasciate il gatto tranquillo e non forzatelo in NESSUN MODO e per NESSUN MOTIVO a venire fuori dal suo nascondiglio. Ogni gatto ha i suoi tempi per calmarsi e gestire lo stress. Per alcuni bastano poche ore per altri ci vogliono giorni…siate pazienti!

  • Sicurezza everywhere

In un luogo nuovo più che mai prestate attenzione alla sicurezza del vostro micio. La paura e lo stress potrebbero infatti giocare brutti scherzi: terrazze, giardini e finestre devono assolutamente essere in sicurezza per evitare che il gatto possa tentare di scappare e farsi male. Quindi occhio e non abbassate mai la guardia!

 

Gattari questi sono i miei consigli: spero di cuore vi possano essere utili così come lo sono stati per me. Questi mesi di traslochi infatti sono stati complicati e faticosi ma sono veramente orgogliosa di come Ettore e la Sissi hanno affrontato tutto.

E voi che esperienze avete invece? scrivetemelo nei commenti!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.