kitten-3790705_1280

 

Abbiamo spesso sottolineato tutti gli alimenti che i gatti non possono mangiare. Ma non ci siamo ancora soffermati su tutti quei cibi che invece possiamo mangiare insieme a loro. Una sorta di menù per due. Essendo il gatto un carnivoro stretto non sono ricette vegetariane. Ma spero possano comunque essere di ispirazione per tutti voi. Infatti ho previsto una versione felina e una umana :-)

 

NASELLO LESSO

Io per questa ricetta ho scelto il nasello ma i pesci ottimi da fare lessi sono molti. Potrete infatti spaziare tra branzino, spigola, cernia, dentice, nasello, ombrina, orata, pesce spada, sogliola e trota e scegliere quello che è di maggior vostro gradimento (o di gradimento del vostro gatto!).

Le regole per lessare

Lo strumento migliore per lessare il pesce è la pesciera,  una pentola lunga, munita di due fondi pensata per adagiarvi il pesce intero, immergerlo nell’acqua e scolarlo da questa senza rischio di romperlo. Se non avete la pesciera non vi scoraggiate, basta che troviate una pentola che vi permetta di lessare il pesce nella sua interezza.

Al momento di immergervi il pesce di mare l’acqua deve essere fredda ma una volta raggiunta l’ebollizione la cottura deve continuare a fuoco basso, altrimenti il pesce si sfalda.

Poichè è una ricetta condivisa e dovrà essere gustata anche dal vostro micio è importante non salare l’acqua di cottura nè insaporirla con nessun altro tipo di aroma. La cottura dovrà essere totalmente naturale.

La versione per “lui”, il gatto.

Colate il pesce, toglietegli tutte le lische. Servire tiepido, con un cucchiaio di acqua di cottura (anch’essa tiepida).

La versione per noi, gli stupidi umani.

Condire il pesce con una spolverata di sale rosa, pepe e un cucchiaio di olio. Accompagnare con delle patate croccanti o con delle verdure a piacimento.

 

PETTO DI POLLO ALLA PIASTRA

Private il petto di pollo di eventuali cartilagini e ossa. Tagliatelo a fette spesse. Riscaldate una griglia a fuoco moderato, quando è sufficientemente calda, disponeteci il pollo. Evitate qualsiasi forma di marinatura della carne e non salate assolutamente. Lasciate grigliare per 5 minuti poi girate.

La versione per il gatto.

Servitelo tiepido e al naturale. Così, semplicemente.

La versione “per noi”.

Preparare una marinatura con olio, sale, timo e succo di lime. Spennellatelo sopra la vostra carne e servite con delle verdure grigliate o dei pomodori confit.

 

 

SALMONE GRIGLIATO

salmone gatto

Prendete il filetto di salmone pulito e tagliatelo in tranci. Scaldate una piastra in ghisa, una volta che sarà ben calda ponete i tranci. I tranci saranno pronti quando la superficie sarà ben dorata.

La versione per il gatto.

Servitelo così, al naturale, tiepido.

La versione “per noi”.

Per la versione umana mi sono ispirata ad una ricetta di Giallo Zafferano che consiglia di condire il salmone con una gustosa salsa al prezzemolo. Per la salsa dovrete tagliare finemente il prezzemolo, aggiungerci lo scalogno (sempre tritato fine) e un po’ di peperoncino. Emulsionate il tutto con olio, un cucchiaino di aceto di mele e un po’ di succo di limone (a piacimento). Aggiungere sale e pepe.

 

MAZZANCOLLE CON OLIVE

Anche per questa ricetta mi sono fatta ispirare. Kikipelosi infatti ci segnala che le mazzancolle sono un alimento ottimo per i nostri amici gatti: infatti sono ricche di vitamine B, di calcio, fosforo e ferro. Sono indicate anche per i gatti un po’ sovrappeso perchè sono povere di grassi.

Le mazzancolle devono essere lavate con acqua molto fredda e poi sgusciate. Poi mettetele in una vaporiera e fatele cuocere per 3-4 minuti.

La versione per il gatto.

Aggiungere alle mazzancolle delle olive snocciolate e non salate, tritate finemente. Il vostro gatto le adorerà.

La versione “per noi”.

Aggiungere alle mazzancolle delle olive e dei cubetti di mele renetta. Condire con sale, pepe e olio.

 

Buon appetito Gattari!

 

 

2 commenti a: Ricette di cucina da condividere con il proprio gatto. Un’unica preparazione e due varianti: una per noi e una per lui.

  1. Nina

    Interessante articolo,visto che la mia bimba,con l’età,comincia ad avere qualche problemino renale e non ne vuole sapere di mangiare la linea renal.
    Le abbiamo provate tutte e nessuna ha incontrato i suoi gusti.
    La nostra amica vet mi ha consigliato il pesce bianco solo che….non vuole mangiare più nemmeno quello!
    Aiutoooo!
    Sono disperata!
    Forse se aggiungessi le olive al nasello…. chissà che la principessa non lo trovi di suo gusto?
    Ma dove le trovo le olive denocciolate non salate?
    Qualche consiglio?
    Grazie.
    Buona serata.

    • Elena

      si prova con le olive denocciolate e non salate. E poi ti consiglio di spaziare, non solo nasello ma anche altri tipi di pesce…magari trovi il sapore che più le piace!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.