giornatamondiale

 

Il 10 dicembre è la Giornata Mondiale per i Diritti degli Animali.

Lo scopo di questa giornata è ricordare che libertà e giustizia sono valori fondamentali per tutti, a prescindere dalla razza, dal genere o dalla specie.

Il Farm Animal Welfar Council sostiene che assicurare dei diritti agli animali significa prima di tutto proteggere le loro libertà:

  • libertà dalla fame, dalla sete e dalla malnutrizione provvedendo loro un facile accesso all’acqua fresca e a una dieta sana per godere di una piena salute e vigore;
  • libertà dalla costrizione di vivere in ambiente disagevole, fornendo un ambiente appropriato che comprenda un riparo e una confortevole area di riposo;
  • libertà dal dolore, dalle lesioni, dalle malattie con la prevenzione o una rapida diagnosi e relative cure;
  • libertà di esprimere un comportamento normale avendo cura di fornire loro uno spazio sufficiente, adeguate suppellettili e compagnia di altri animali della stessa specie;
  • libertà dalla paura e dall’angoscia, assicurando loro condizioni e situazioni che evitino la sofferenza mentale.

love my pet

 

Ogni giorno dovrebbe essere il 10 dicembre. Ogni giorno dovremmo ricordarci che gli animali non sono cose, ma individui.

 

[fonte: http://www.petsblog.it/post/70129/giornata-internazionale-per-i-diritti-degli-animali-il-diritto-a-essere-se-stessi]

 

 

4 commenti a: 10 dicembre: Giornata Mondiale dei Diritti degli Animali

  1. Rossella Pesiri

    Vi riferite solo ai diritti degli animali da compagnia, perché non mi risulta che gli altri animali godono di diritti. La maggior parte di essi vive l’inferno nell’indifferenza generale.

    • Elena

      purtroppo hai ragione Rossella. Nel mio piccolo cerco di fare il possibile. Sono vegetariana e sto attenta a non acquistare prodotti o oggetti che siano il risultato di sofferenza animale. Ma purtroppo concordo con te, c’è ancora tanto da fare…

  2. rita

    sì tutto bello, tutto vero, ma poi questi diritti chi li fa rispettare? a parole sono sempre tutti bravi ma quando si tratta di fare qualcosa di concreto c’è solo indifferenza e nessuno interviene. purtroppo il fenomeno del randagismo c’è sempre e non si fa nulla per porre rimedio.

    • Elena

      hai ragione Rita. C’è ancora molto da fare sul fronte pratico per gli animali. Diciamo che riconoscerne i diritti è però il primo e imprenscidibile passo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.