E7M_9943

Essere mamma di un gatto richiede tanta pazienza.

Pazienza. Quando ti sveglierà alle 6 di mattina per mangiare e si riaddormenterà beato un’ora dopo, proprio quando tu ti devi alzare per andare a lavorare.

Pazienza. Quando dovrai aprirgli la porta venti volte perchè lui appena esce vorrà rientrare e una volta dentro vorrà uscire di nuovo.

Essere mamma di un gatto richiede una certa dose di abnegazione.

Si perchè improvvisamente non sarai più tu la regina della casa. E se tuo marito dirà “ciao amore non vedevo l’ora di rivederti” non credere che stia parlando con te.

Essere mamma di un gatto richiede delle competenze ben specifiche.

Competenze culinarie ad esempio. Perchè non penserai mica di comprare una scatoletta, aprirla ed essere a posto. Macchè, ti dovrai destreggiare tra tonni pinne gialle dell’oceano e manzo scottato alla piastra.

festa della mamma

Essere mamma di un gatto richiede una certa dose di prestanza fisica.

E la dovrai sfoggiare tutta quando tornerai stanca dal lavoro e dovrai rinunciare a buttarti sul divano. Ti aspetterà invece una lunga sessione di giochi, fatta di palline di stagnola, cannine e tanti cucù-bau-setteteeee.

E anche quando ti si acciambellerà sulle gambe fino a fartele intorpidire tu non ti muoverai. Nemmeno quando ti starà scoppiando la vescica, perchè saranno 5 ore che non fai pipì.

Essere mamma di un gatto richiede forza d’animo.

Perchè la sua vita sarà più breve della tua e lo vedrai invecchiare ogni anno di più. E un giorno dovrai dirgli addio anche se daresti non sai che cosa pur di tenerlo ancora con te.

Essere mamma è prima di tutto un privilegio.

Forse non lo capirai subito, ma è così. I gatti non offrono molte opportunità. Provate ad abusare della loro fiducia e usciranno per sempre dalla vostra vita. Ma se li saprete conquistare vi si aprirà un mondo meraviglioso, esclusivo, fatto di sguardi, di intese, di amore e di testatine piene di fusa.

 

 

 

8 commenti a: Essere mamma di un gatto

  1. Donatella

    Stupendo. Io mamma felice di 4 gatti

  2. Jenny

    Condivido in pieno tutto ciò che è scritto…ma l’amore che c’è tra me ei miei te bimbi pelosi ricambia in pieno tutto il sacrificio

  3. Nina

    Bellissimo post che condivido pienamente essendo anche io una mamma orgogliosa di una piccola bimba pellicciosa di 13 anni.
    W le mamme di gatti!
    Beh,visto che ormai con questo post,ci siamo ufficializzate, sarà il caso di trovare una data sul calendario per festeggiarci?;)

    • Elena

      ma lo sai che quella della data sarebbe un’idea carinissima?

      • Nina

        Vero?
        Lanciamo l’idea?

        • Elena

          siiiii

  4. Annalisa

    Ogni volta che leggo questo “Essere mamma di un gatto “ piango di commozione!!
    Sì perché è così vero e commovente quello che scrivi che solo la mamma di un gatto può capire!! Amo alla follia i miei bimbi pelosi e non li cambierei con niente altro al mondo…sono felice di essere la loro mamma.

    • Elena

      Grazie Annalisa, il tuo commento ha commosso me. Un abbraccio forte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.