cat_MGL1345_sitting

I gatti si sa, non sono dei comuni visitatori del pianeta terra come noi. Sono destinati, per loro natura, ad essere delle star.

Per loro dunque risulta naturale essere reclutati per ruoli o comparse in film o pubblicità: e quando accettano la parte, ecco che lo fanno sempre con molta maestria e supponenza, quasi facessero gli attori da sempre.

Per questo motivo mi ha fatto davvero tanto ridere questo filmato (che vi consiglio assolutamente di vedere!) in cui si vedono  tutti i backstage della pubblicità Gourmet vista con gli occhi del gatto protagonista.

Cioè, l’espressione di quello splendido micio bianco è proprio quella di “Tom Cruise chi?”. Gattari, imperdibile davvero. E poi quando vi ricapita di poter vedere il backstage di un film così 😉

Ma utilizzare gatti per girare pellicole non è una scoperta recente. Fin quasi dagli esordi del cinema infatti sono stati utilizzati insieme ad attori bipedi nelle pellicole di film anche molto famosi.

Ecco il mio personalissimo podio:

terzo posto, medaglia di bronzo: Una strega in paradiso (1958). Un mix irresistibile: James Stewart, una storia d’amore a lieto fine, un tocco di stregoneria e lui, un meraviglioso gatto siamese che ci delizia con le sue fusa rumorose per tutta la pellicola.

secondo posto, medaglia d’argento: Colazione da Tiffany (1961) Un cult. Alzi la mano chi non ha dovuto prendere il fazzoletto nella scena finale in cui Orangey (così si chiamava nella realtà “Gatto” senza nome) viene ritrovato ed abbracciato da Audrey Hepburn e George Peppard.

and the winner is……FBI operazione gatto (1965) prodotto dalla Disney. Ebbene si, questo film io lo adoro. Il protagonista è Syn Cat, di razza siamese,  che vinse tra l’altro per questa interpretazione numerosi premi e ricevette anche una critica entusiastica persino dal “New York Times”.

E i vostri gatti-attori preferiti quali sono?

 

[Articolo sponsorizzato da The 7th Chamber]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *