occhiosissi

Vi siete mai chiesti come i nostri a-mici felini ci vedono? Cioè, nella loro testa, che immagine hanno di noi? C’è una teoria (che però non sono riuscita a rintracciare da nessuna parte, quindi ci sono buone probabilità che me la sia sognata) che sostiene che i gatti ci percepiscano come dei grandi, grossi, imponenti “gattoni”. A dire il vero, questa ipotesi potrebbe essere confermata da alcuni comportamenti messi in atto dai gatti nei confronti dell’uomo: quando ad esempio si mettono in testa di leccarci la mano o la faccia (come fanno tra di loro), oppure quando hanno voglia di giocare e attaccano le nostre caviglie per poi scappare (e rimanere delusi se non vengono rincorsi).

Ma passiamo alle informazioni scientifiche. Sappiamo che i gatti sono miopi, che vedono sfuocato oltre i 75 cm di distanza, quindi sicuramente non ci riconoscono per i nostri tratti distintivi del volto, quanto piuttosto dal nostro modo di comportarci. Tra di loro si riconoscono tramite il sistema olfattivo, quindi è probabile che essi facciano lo stesso con noi.

Quindi, odori e mimica e gestualità. I gatti ci riconoscono attraverso queste informazioni. Però a me è capitato di essere guardata strana quando ho varcato la soglia di casa al ritorno da una seduta dal parrucchiere, oppure quando, prima di uscire, indosso scarpe insolite. Che i gatti abbiano un senso del look molto più sviluppato di quello che sospettiamo? del resto lo diciamo sempre, i gatti sono avanti.

 

2 commenti a: Micio, ma tu come mi vedi?

  1. ftanel

    Il gatto vede sfocato dopo i 75 cm? Ma dove la ha trovata una stupidaggine del genere?

    • Elena

      E’ un’articolo, francamente non ricordo la fonte. Sul fatto che l’acutezza visiva dei gatti è da 4 a 10 volte peggiore della nostra direi che potremmo essere d’accordo..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *