DSC_0354

“Gatto baffuto sempre piaciuto”. A parte gli scherzi i baffi dei gatti, o anche chiamati, vibrisse, sono davvero bellissimi da vedere.

Ma oltre che belli, sono anche utilissimi perchè aiutano il gatto in tantissime funzioni e non vanno assolutamente sottovalutati.

Ma di preciso vi siete mai chiesti a cosa servono i baffi dei gatti?

Essendo ricchissimi di terminazioni nervose e dunque estramamente sensibili, essi  segnalano al micio il minimo movimento intorno a lui (anche uno spostamento d’aria ad esempio) e quindi sono importantissimi per fornire all’animale informazioni dall’ambiente.

Inoltre sono proprio loro che permettono al gatto di infilarsi in passaggi molto stretti perchè è proprio grazie alla larghezza delle vibrisse che il gatto “prende le misure” (ci passo o non ci passo?).

E sono sempre i baffi che lo aiutano, insieme alla visione notturna ovviamente, ad orientarsi e a muoversi durante le ore notturne.

Poi sono preziosissimi anche nella caccia: sembra quasi impossibile ma le vibrisse forniscono al gatto informazioni precise su come si sta muovendo la preda e su dove è più opportuno colpirla.

E infine sono dei canali di comunicazione molto importanti perchè ci aiutano a capire l’umore del gatto ed a interpretare alcune delle loro emozioni.

Qualche esempio?

  • Vibrisse in avanti, stese vuol dire che il gatto è attento e intento a fare qualcosa.
  • Le vibrisse stese di lato, indica uno stato d’animo rilassato e tranquillo.
  • Appiattite contro le guance indica che il gatto sta provando come emozione principale la paura.

A questo punto spero di avervi dato qualche spunto in più per comprendere meglio il vostro gatto. Adesso sono sicura che non guarderete i suoi baffi più come prima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *