cat-2671118_1280 (1)

 

Il tuo che gatto è? è un gatto da albero o un gatto da cespuglio? Scopriamolo insieme!

Come già saprai i gatti non sono tutti uguali: anzi. Ognuno presenta una sua personalità, assolutamente unica e differente da qualsiasi gatto al mondo. Proprio come noi umani, non esiste un gatto identico ad un altro.

Tuttavia alcuni gatti sono accomunati da alcune caratteristiche comuni. Oggi vorrei soffermarmi sulla loro tendenza a vivere il territorio e lo spazio intorno a loro. La distinzione tra “abitanti degli alberi” e “abitanti dei cespugli” (così come la definisce Jackson Galaxy) vale anche per i mici che vivono in appartamento perchè la distinzione si riferisce ad una propensione innata dell’animale e non all’ambiente nel quale vive.

I gatti da albero

I gatti da albero sono gatti che amano moltissimo verticalizzare:  non solo amano arrampicarsi ma trovano piacevole anche sostare in alto sia per osservare il mondo dall’alto, sia per riposare.

Questa tipologia di gatti elabora lo stress e le difficoltà attraverso la fuga in verticale. E’ molto facile riconoscerli perchè sono quelli che da piccoli scalavano ogni cosa a portata di mano, tende comprese. Inoltre, quando hanno paura o quando si sentono minacciati sono quelli che si rintanano sopra l’armadio, sul frigorifero o sulla mensola più alta della cucina.

I gatti da albero amano le cucce rialzate, o comunque non amano dormire rosoterra. I tiragraffi a condominio sono i loro preferiti.

gatto tiragraffi

I gatti da cespuglio

I gatti invece amano i nascondigli sicuri al livello del terreno, come sotto il letto o il fondo dell’armadio.

Sono quelli che non sentono l’esigenza impellente di esplorare il mondo in verticale e possono essere dissuasi molto più facilmente nel saltare sopra le cose (che sia un tavolo di una cucina, che si un cornicione o che sia una libreria).

gatto nascosto

Conoscere il proprio gatto

Per capire a quale categoria appartiene il vostro gatto dovete osservarlo attentamente, sia nei momenti di stress (sostanzialmente dove si rintana quando ha paura o quando è infastidito) sia nella sua quotidianità.

Una volta identificata, a grandi linee, la sua categoria di appartenenza non è finita qui: è fondamentale adattare la nostra casa alle sue specifiche esigenze. Se il vostro è un gatto abitante degli alberi è importante offrigli la possibilità di verticalizzare, attraverso tiragraffi a più piani e mensole rialzate tutte dedicate a loro. In commercio esistono anche moltissimi complementi di arredo creati appositamente per questo (ti ricordi Athleticat? ne ho parlato qui!)

Se invece il vostro gatto è un abitante dei cespugli lo spazio è ugualmente importante: tenete sul pavimento qualche scatola di cartone (sia aperta, sia rovesciata) e non fategli mancare le cucce caverna (le cucce coperte).

gatto cuccia caverna

Quindi, ricapitolando, il vostro che gatto è? vi aspetto nei commenti, scrivetemelo li!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.