cat-635552_1280

In estate bere è importante. Vale per noi umani a due zampe e vale anche per i nostri amici gatti.

Purtroppo i gatti per natura sono degli scarsi bevitori e non riescono a modificare le loro abitudine nemmeno di fronte ad un aumento della temperatura come nei mesi estivi.

La verità è che in natura i gatti si nutrono di piccole prede (topini, piccoli rettili, uccellini) ed è direttamente da questi che assume la quantità di acqua di cui ha bisogno: per questo motivo non sente l’istinto ad abbeverarsi.

Ma la vita in appartamento è molto diversa: non è scorretto dire che i gatti domestici raramente bevono quanto dovrebbero.

Ma convincere un gatto “a bere di più” vi assicuro che è un’impresa parecchio ardua. Io mi sono dovuta ingegnare, perchè il mio Ettore ha qualche problemuccio renale e dalle ultime analisi risultava una pipì troppo densa. Adesso però ho risolto.

Vi svelo come.

La ciotola

Facciamo attenzione alla “qualità” dell’acqua. Sembra una banalità tenere ben pulita la ciotola e cambiargli l’acqua spesso, almeno una volta al giorno, è fondamentale. Il gatto è un animale schizzinoso! Inoltre cercate di riempirla sempre quasi fino all’orlo in quanto i gatti non amano infilare la testa dentro per dover bere (in special modo se sono strette e devono piegare i baffi). Una strategia aggiuntiva può essere anche quella di provare a mettere più ciotole sparse per case, il gatto potrebbe essere attratto dalla novità e bere un po’ di più.

La dieta

Preferire il cibo umido (cioè le scatolette) rispetto ai croccantini in quanto esso contiene un maggiore apporto di acqua. Inoltre si possono scegliere che contengono del brodino oppure è possibile aggiungere manualmente un po’ di acqua alla pappa quotidiana.

 

Le fontanine

In commercio ne trovate di tantissime tipologie. Diciamo che tutte si basano sul principio che al gatto piace bere dall’acqua corrente. Ovviamente all’inizio vanno abituati: inoltre hanno bisogno di manutenzione in quanto vanno pulite spesso e soprattutto vanno comprati e cambiati i filtri periodicamente. Però devo dire che i miei l’apprezzano molto e sinceramente è un oggetto a cui non potrei più rinunciare.

fontanina

Il brodo fai-da-te

Molti suggeriscono di aggiungere un po’ di brodo fatto in casa (senza sale e senza cipolla) all’acqua della ciotola (o della fontanina), per insaporirla e invogliare il gatto a bere di più. La mia veterinaria a volte mi consiglia di mettere un pizzichino (ma proprio un pizzico) di sale sempre dentro la ciotolina dell’acqua in modo che bevendo aumenti la sete (è un po’ una bastardata lo so ;-). Eventualmente vi consiglio di chiedere consiglio al vostro veterinario di fiducia.

E voi gattari usate altri trucchetti magici per far bere i vostri gatti??

 

3 commenti a: Come convincere il proprio gatto a bere un po’ di più

  1. loredana - diva

    io con Diva ha incominciato a lasciare 3 ciottole in giro per casa. Lei bevava gradevolemnte dal bidet quando io ero in bagno ma evidentemente ingeriva anche troppa aria ed il risultato era “vomitino sul tappeto del bagno” quindi lascio una ciottola nel bidet. Ma devo dire che ha preso l’abitudine da sola mentre faccio colazione io metto una ciottola azzurra piena di acqua fresca sul tavolo e lei sale e, mentre io bevo il caffe, lei beve un bel po di acqua. La fontanella l’ho provata i primi tempi che avevo Diva ma si sporcava sempre troppo e quindi lei non gradiva. miaooo

  2. Dodi

    Anche io ho avuto problemi simili con il mio Pippo. Negli ultimi due anni della sua vita ha avuto problemi renali e alla vescica, quindi per farlo mangiare e bere cuocevo del pollo con un po’ d’acqua, tipo brodino appunto! Adesso, invece, ho adottato una gattina randagia che rifiuta totalmente l’acqua. Ho provato più volte a metterle ciotoline cn acqua fresca ma quando si avvicina e capisce che non è cibo, si allontana e non vuola proprio saperne! Probabilmente come è scritto nell’articolo, si idrata attraverso il cibo umido che le dó ogni giorno, ma mi sembra comunqua poco!

    • Elena

      si in effetti è un po’ pochino! hai provato con la fontanella?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *