cat-541723_1280

 

Tutti conosciamo la bulimia nervosa come una patologia dei disturbi alimentari nelle persone, soprattutto nelle giovani donne.
Purtroppo possono soffrirne anche i gatti anche se in modo diverso ovviamente.

Cominciamo con il dire che il sintomo principale nel gatto è l’ingestione di grandi quantità di cibo più volte al giorno, in maniera veloce ed ingorda. E si tratta molto spesso di gatti in sovrappeso.

Ma quali sono le cause di questa patologia?

Così come accade per le persone alcune patologie organiche possono provocare i sintomi della bulimia. Iniziamo dunque con elencare le cause mediche che vanno escluse prima di pensare ad un disturbo solo comportamentale o psicologico.

Possono causare i sintomi della bulimia:

  • il parassitismo intestinale
  • il diabete
  • alcune malattie ormonali come l’ipertiroidismo

Escluse queste patologie (la visita del veterinario è dunque fondamentale) dobbiamo pensare che la causa di questa condizione nel nostro gatto sia riconducibile al suo stato psicologico o anche dalla relazione che ha con noi.

gatto che mangia croccantini

  • Capita molto spesso infatti di sopravvalutare il bisogno di cibo del nostro gatto ed avere la tendenza a dargli una razione giornaliera troppo abbondante o troppo calorica.
  • Inoltre accade molto spesso di interpretare in modo sbagliato i suoi miagolii e le sue insistentze, pensando che sia fame quando magari è solo richiesta di attenzione.

Questi due comportamenti, protratti nel tempo, possono indurre la comparsa di bulimia, soprattutto in gatti che vivono in appartamento, che possono soffrire la noia e alcuni stati di ansia.

Come comportarsi dunque se avete il sospetto che anche il vostro gatto soffra di bulimia? il primo step è come sempre una visita dal proprio veterinario di fiducia . Se dopo averlo sottoposto ad una visita veterinaria vengono escluse le cause organiche non vi resta che prestargli maggiori attenzioni durante il giorno. Aumentate il tempo da dedicarli sia in coccole che in momenti di gioco da fare insieme.  E quando vi chiederà del mangiare extra provate a distrarlo in altre attività ludiche. Vi consiglio inoltre di acquistate del cibo ipocalorico che vi aiuterà in questo processo. Ci vuole tempo, pazienza e amore ma è una condizione che si può modificare. Quindi in bocca al lupo e fatemi sapere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *